-

60-130 ..
Lotto-8


80-83 ..
Lotto-9


96 ..
Lotto-10


(Fontana Marina)

(Fontana Marina)

- ( )

c ( )
 



( )

ALLEGATO B

CAPITOLATO GENERALE DEI LAVORI
RELATIVI ALLA COSTRUZIONE DI CIVILE ABITAZIONE IN CAMPOFILONE,
via SAN GIUSEPPE

Foglio 9 particelle nr 599-598-597-596-601-602-603

MAESTRO COSTRUZIONI IMMOBILIARE SRL
con sede legale Corinaldo, via Meucci n14 , P.I.V.A. 02245460429
Capitale sociale 100.000,00 Euro

Art.1
STRUTTURA

Il fabbricato verra eseguito con struttura portante in C.A. in sito. La struttura in elevazione e costituita da: pareti in c.a. (nelle parti contro-terra) pilastri in c.a., Travi in c.a. Solai misti in laterizi (con travetti precompressi o tralicci a discrezione della DD.LL.) e c.a. Le strutture di fondazione sono costituite da pali o travi rovesce, o altro tipo secondo relazione geologica.
La struttura portante della copertura sara costituita da travi e tavolato in legno o struttura come solaio.
Le armature di tutte le strutture in c.a. saranno in acciaio tipo Feb44K controllato nello stabilimento di origine. Nella realizzazione di dette strutture sara rispettato il progetto depositato presso la Provincia di Macerata, 6 Dipartimento Settore Genio Civile.

Art.2
ARCHITETTONICO

Per quanto concerne le scelte architettoniche e delle opere di finitura esterna saranno rispettate tutte le previsioni di progetto, le scelte della Direzione Lavori e le eventuali prescrizioni dellAmministrazione Comunale riportate nella Autorizzazione a costruire.

Art.3
COPERTURA

Per quanto attiene alla parte strutturale si fa riferimento a quanto riportato al punto 1.
Il manto di copertura verra realizzato con tegola a coppetto di tipo normale o invecchiato, a scelta della D.D.LL., compresi pezzi speciali. Le tegole verranno poste in opera murate su tutte le file e previa stesura di coibenti e impermeabilizzanti come appresso descritti.
I comignoli verranno realizzati in metallo , o muratura intonacata e tinteggiata come parte delle pareti perimetrali, o con elementi modulari prefabbricati ad esclusiva discrezione della D.D.LL. in ossequio alle prescrizioni eventualmente impartite dagli organi di cui sopra.
Canali e discendenti saranno in alluminio o rame 6/10 a sezione rispettivamente semicircolare e circolare, con sviluppo pari a cm. 33-28 e diametro 80-100 mm. Le scossaline, dello sviluppo massimo pari a cm.33, saranno anchesse in alluminio o rame.

Art.4
MURATURE

Le pareti perimetrali verranno realizzate, per il lato esterno, muratura in blocchi di laterizio semipesanti, spessore pari a cm.10/12, legati a malta cementizia ed in parte intonacati e tinteggiati, ed in parte rivestite in materiale lapideo o similari . In alternativa, sempre a discrezione della D.D.LL. ed in ossequio alle opzioni possibili permesse dalle autorizzazioni Comunali, potra essere realizzata una muratura di tamponamento interamente in mattoni faccia a vista. Per quanto attiene il lato interno esso verra realizzato in forati di laterizio dello spessore di cm.8 legati a malta cementizia e formanti intercapedine con il lato esterno, il tutto per uno spessore globale di circa cm.30.
I divisori saranno realizzati con forati in laterizio da cm.8 di spessore.
I locali garages saranno separati da forati in laterizio da cm.8/12 di spessore intonacati.

Art.5
ISOLAMENTO TERMICO

L'isolamento termico verra eseguito su tutte le pareti perimetrali. Lo stesso verra realizzato in poliuretano espanso e/o polistilene e di spessore legato alle normative vigenti.
Il solaio di copertura verra coibentato isolante in poliuretano espanso e/o polistilene completo di guaina impermeabilizzante ardesiata , similari, o prodotti innovativi per migliorare le prestazioni termiche degli edifici. su cui verranno posate direttamente le tegole con malata cementizia o fissate meccanicamente.-

Art.6
ISOLAMENTO ACUSTICO

Le pareti divisorie tra appartamenti e tra gli appartamenti ed il vano scala verranno realizzate con doppia partizione in forato con interposta barriera isolante o similari , atta a garantire un potere fonoisolante a norma di legge.
Le pareti perimetrali del fabbricato avranno potere fonoisolante a norma di legge.
I solai dinterpiano, tra piani abitativi, saranno coibentati e dotati di idonea pellicola isolante da interporrere tra il solaio ed il sovrastante massetto, avente un potere fonoisolate a norma di legge ed un potere di attenuazione sonora da calpestio a norma di legge.
I portoni dingresso agli appartamenti garantiranno un potere fonoisolante a norma di legge.
I rumori degli scarichi idrosanitari non supereranno la soglia a norma di legge, tutte le tubazioni saranno rivestite con idoneo polietilene espanso.

Art.7
IMPIANTO IDRICO

L'impianto idrico prevede l'alimentazione dei bagni e della cucina. Lo stesso verra realizzato autonomamente per singola unita abitativa, sottotraccia con tubazioni in multistrato ad alta stabilita sotto pressione ed alle alte temperature o, a scelta della D.D.LL. Gli scarichi verranno realizzati in materiale plastico e prevedranno linee separate per acque nere, e bianche ed il collegamento di tutti i sanitari.
Le derivazioni dai singoli apparecchi sanitari fino alle colonne principali di scarico saranno del tipo ad innesto.
Nel bagno o nella cucina, su indicazione della parte acquirente, verra predisposta anche una presa d'acqua per la lavatrice completa di relativo scarico. La cucina sara dotata di acqua calda e fredda al lavello e di scarico in materiale plastico.

Art.8
RUBINETTERIE E SANITARI

Tutti i bagni saranno attrezzati con sanitari di prima scelta .
Il bagno completo di tutti i sanitari e rubinetteria di ottima marca italiana a scelta del cliente su una campionatura indicata da codesta ditta.-
Le cassette dei bagni saranno del tipo ad incasso con scarico automatico.
I sanitari e rubinetterie fornite dalla ditta venditrice potranno essere scelti dal cliente presso la ditta fornitrice indicata.

Art.9
IMPIANTO ELETTRICO

L'impianto elettrico verra realizzato sottotraccia con tubazioni di alloggiamento dei cavi elettrici in flessibile in plastica e sara completamente indipendente per ogni unita abitativa con relative pertinenze. Ogni vano sara provvisto delle seguenti utenze:
8 camera da letto matrimoniale: 1 punto luce invertito, 3 punti di comando, 4 prese, 1 presa TV e una presa Telefonica;
9 camera da letto singola: 1 punto luce invertito, 2 punti di comando, 3 prese, 1 presa TV e una presa Telefonica;
10 ripostiglio: 1 punto luce invertito, 2 prese;
11 disimpegno: 1 punto luce invertito,1 punti di comando 2 prese;
12 bagni: 2 punti luce, 2 punti di comando, suoneria, 2 prese;
13 cucina: 1 punto luce deviato, 1 punti di comando, 6 prese, 1 presa TV, 1 presa Telefonica;
14 soggiorno: 1 punto luce deviato, 1 punti di comando 5 prese, 2 prese TV, 1 presa telefonica.
15 ingresso: 1 punto luce suoneria, 1 punti di comando,1 presa.
Ogni unita abitativa sara provvista di: linea al contatore con cavo di dimensione appropriate, quadro elettrico generale, impianto citofono posto all'ingresso esterno nel piano Terra, impianto di scarico a terra, antenna terrestre centralizzata fornita di parabola. Predisposizione per impianto antifutro con sensori.-
Balconi e terrazze saranno dotati di un punto luce per l'illuminazione comandati dall'interno.
Il garage verra dotato di 2 punti luce, punto di comando, e 1 presa.
Il materiale elettrico posto in opera sara della ditta vimar serie plana o similari serie con placca in materiale plastico bianco/nero o pari prezzo.

Art.10
IMPIANTO TERMICO

L'impianto termico per riscaldamento e produzione di acqua calda per usi sanitari sara autonomo per singola unita abitativa. L'impianto sara provvisto di colonna montante in ferro, di diramazioni in rame e di radiatori in ghisa o alluminio a piastra radiante. Lo stesso sara inoltre provvisto di termostato ambiente manuale.
Tutte le tubazioni di adduzione e ritorno dell'acqua calda saranno coibentate con coppella di polietilene. La caldaia sara di tipo a camera stagna a tiraggio forzato con presa d'aria laterale e scarico a tetto di potenzialita adeguata alle esigenze dell'unita abitativa secondo norma di legge.

Art.11
CANNE FUMARIE

Le canne fumarie di caldaie (prevista n. 1 canna fumo per appartamento) saranno realizzate con elementi in acciaio, rame o laterizio a discrezione dellimpresa costruttrice.

Art.12
INTONACI

Esterni: intonaco premiscelato a base cementizia atto a ricevere la successiva tinteggiatura.
Interni: gli intonaci interni saranno tutti realizzati a base cementizia o similari con esclusione delle pareti in c.a. del garage che resteranno a vista.

Art.13
INFISSI ESTERNI

Gli infissi esterni finestre e portefinestre verranno realizzati in legno di pino di svezia con anta di spessore finito pari a mm 90 vetro termico anti sfondamento di sicurezza almeno 4+12+4, ferramenta con anuba da diam.14, chiusura centrale, maniglia e gocciolatoio inferiore in alluminio conforme alla legge contro le barriere architettoniche, guarnizione termoacustica in elastomero termoplastico. Verniciatura trasparente, mordensata o smaltata, realizzata con impregnazione a flow coating con impregnante antimuffa e antifungo, finitura a spruzzo ad acqua con alta tenuta dallesterno. Il tutto montato su telaio fisso.
Le persiane o sportelloni ,saranno in alluminio tinteggiato secondo le prescrizioni dellaD.D L.L.

Art.14
SCALE

Le scale avranno dimensioni da progetto. Le pedate saranno pavimentati e rivestiti con lastre di pietra a scelta dellimpresa costruttrice, ; spessori e colori a scelta della D.D.LL. i pianerottoli potranno essere in ceramica abbinata alla pietra delle pedate a scelta della D.D.L.L.
Tutte le soglie di finestre, portefinestre e portoni saranno realizzate pietra a scelta dellimpresa costruttrice e/o cotto.

Art.15
BALCONI, TERRAZZE e MARCIAPIEDI:

La struttura portante di balconi e terrazze sara costituita da soletta in c.a. incastrata alla struttura o da solaio secondo il progetto strutturale approvato.
I marciapiedi perimetrali, che seguiranno landamento del terreno a sistemazione definitiva come imposto dai competenti organi approvanti il progetto, saranno in struttura portante in c.a. e potranno essere anche provvisti di gradini.
Le balaustre potranno essere, a giudizio insindacabile dellImpresa o secondo prescrizioni degli enti preposti allapprovazione del progetto.

Art.16
PAVIMENTI E RIVESTIMENTI INTERNI

Lintera unita abitativa verra pavimentata con piastrelle in gres di prima scelta del prezzo reale di acquisto di 20,00 (diconsi Euro venti/00 al metro quadro) a scelta della parte acquirente, di dimensioni pari a cm.30x30 posate in quadro senza fuga.
Sono escluse cornici e pezzi speciali.
Il bagno sara pavimentato e rivestito (fino all'altezza di ml.2.00) con piastrelle in ceramica di prima scelta di formato pari a cm. 20x20 posato in quadro,del prezzo di acquisto di 20,00 di listino (diconsi Euro venti /00 al metro quadro).
Le cucine saranno provviste di rivestimento alle pareti per massimo di mq15 ,del prezzo di acquisto di 20,00 di listino (diconsi Euro venti/00 al metro quadro).
I battiscopa saranno in ceramica o gres abbinati alle pavimentazioni scelte di capitotlato o in legno.

I locali garage saranno pavimentati con , battuto di cls con finitura al quarzo del tipo industriale .
La pavimentazione di balconi e marciapiedi verra realizzata con piastrelle di gres antigeliva e antisdrucciolo o pietre, spessori e colori a scelta del venditore e D.D.LL.

Art.17
OPERE IN FERRO

Tutte le opere in ferro saranno realizzate in ferro zincato o trattato con vernici protettive.

Art.18
TINTEGGIATURE

La finitura cromatica delle porzioni esterne verra eseguita, a discrezione dellimpresa costruttrice, con materiale al quarzo su apposita mano di sottofondo, oppure con intonachino, di colore a scelta della D.DLL. o secondo eventuali prescrizioni.
Le tinteggiature interne delle parti abitative verranno effettuate con tinta idrorepellente bianca.
Il locale garage verra tinteggiato con tinta a tempera bianca con esclusione delle pareti in c.a. che resteranno a vista.
I corpi scaldanti in ghisa o alluminio , saranno tinteggiati con smalto termoresistente di colore bianco.

Art.19
PORTONI D'INGRESSO, PORTE INTERNE E PORTONI GARAGES

I portoni d'ingresso alle unita abitative saranno di tipo di sicurezza con finitura esterna pantografata in multistrato marino e finitura interna di tipo liscio , della misura standard 210x80/90, ad una anta completi di chiusura di sicurezza a tre punti, il tutto montato su telaio metallico.
Le porte interne saranno realizzate in noce tanganica naturale impiallacciate, ad un'anta cieca e complete di ferramenta e maniglia anodizzata o brunita a scelta della parte acquirente.
Le porte interne di accesso ai garages saranno del tipo basculante con telaio metallico.

Art.20
OPERE DI SISTEMAZIONE FUNZIONALE DELLE
CORTI COMUNI ALLE SINGOLE UNITA ABITATIVE

Le sistemazioni esterne verranno eseguite attraverso il riporto/sterro di terreno contenuto da muretti in cemento armato faccia vista con sovrastante balaustra in o ferro, il tutto a scelta e discrezione dellimpresa costruttrice e della D.D.LL.
Il lotto verra recintato sui lati mancanti, con muretti in cemento armato faccia vista con sovrastante balaustra in ferro o rete metallica, il tutto a scelta e discrezione dellimpresa costruttrice e della D.D.LL.
Le partizioni tra corti esclusive saranno a scelta della ditta venditrice.
I vialetti di accesso, saranno finiti con piastrelle antigelive ed antisdrucciolo il tutto a scelta e discrezione dellimpresa costruttrice e della D.D.LL.
Verra altresi predisposto, nella recinzione perimetrale o lungo la corsia dei garages, l'alloggiamento per i contatori di acqua, luce e gas.
E esclusa qualsiasi opera di trattamento del terreno a giardino, messa a dimora di siepi lungo marciapiedi e/o percorsi pedonali.

Art.21
ALLACCI ALLE RETI DEI SERVIZI E GENERALITA

Sono esclusi dal presente capitolato tutti i contratti finali di allaccio di acqua, gas, energia elettrica e telefono che restano a carico, unitamente alle spese vive da essi derivanti, della parte acquirente.

Art.22
PIANO MANSARDA

Come riscontrabile dalle tavole progettuali, si evidenzia che talune porzioni del piano non sono abitabili in quanto laltezza min. e inferiore a ml. 2.20 ma utilizzabili fino ad h. 1.80 (porzione computata in volumetria nella progetto approvato). Sussistono altresi minimali porzioni, allimposta della conversa tetto con altezza < di ml. 1.80 e pertanto non utilizzabili.

Art.23
REGOLAMENTO DI CONDOMINIO

Lacquirente si impegna fin dora ad accettare ed approvare (il regolamento di condominio) con le rispettive tabelle dei conteggi millesimali di comproprieta redatte da un tecnico incaricato dallimpresa costruttrice.

Art.24
VARIE

Per tutto quanto non previsto nel presente capitolato verranno eseguiti lavori e provviste in base al progetto approvato ed a discrezione dellImpresa costruttrice.

Dopo aver letto, le parti si sottoscrivono.
li .

 

 

Le parti: ---------------------- -----------------------------------------------------

: